La passeggiata con il retriever cosa serve? 9 consigli utili

La passeggiata con il retriever le basi

Nella passeggiata con il retriever il guinzaglio è un mezzo di comunicazione e non di costrizione deve quindi essere usato come “un filo del telefono” .

L’obiettivo è  fare  camminare il  cane (in questo caso il nostro retriever)  al  nostro  passo.

La sintonia completa  si  raggiunge con  un esercizio quotidiano di almeno 15 minuti al giorno dedicati solo a questo (1).

Come impostare la passeggiata a sei zampe in tre consigli

Per impostare la passeggiata a sei zampe molti educatori iniziano la condotta senza guinzaglio, l’importante infatti è che il cane ci guardi e che ci riconosca come il suo leader. Per ottenere l’attenzione del nostro labrador in condotta dobbiamo utilizzare quante più strategie conosciamo, cercando di non rendere mai monotono il nostro contatto (2).

Nella passeggiata con il retriever potremo quindi usare la nostra voce producendo alcuni vocalizzi che lo attirino, o anche con il nostro portamento potremo renderci più attraenti a lui o con l’utilizzo di premietti come ad esempio dei bocconcini prelibati (3).

Se il cane si allontana fino a tenere in tensione il guinzaglio, occorre ricondurre il cane nella posizione corretta.

passeggiata con il nostro retriever a san marino

A quel punto, quando è nella posizione corretta, lo si premia. Il gioco del guinzaglio continua ogni giorno e costantemente durante la passeggiata con il nostro retriever aumentando la durata e introducendo varianti (4). Cambiando l’andatura e la direzione sempre più frequentemente, come un gioco di complicità tra voi. Ricorda: ogni volta che assume la posizione corretta, premialo.

Cosa non fare nella passeggiata a sei zampe: 2 consigli

Cosa da non fare assolutamente nella passeggiata a sei zampe è quella di lasciare tirare il nostro retriever e appenderci al suo collo facendoci letteralmente trascinare a spasso da lui. Questo modo di fare la passeggiata con il retriever, se diventa l’abitudine è poi difficile da correggere per cui iniziare subito bene è una buona regola (5).

Nella passeggiata con il retriever per riporre i nostri premi utilizzeremo un apposito sacchetto o un comodo marsupio come ad esempio quelli che trovi qui di seguito (6).


Pillole di educazione del cane per una migliore passeggiata con il retriever gli ultimi 3 consigli

CHI TIENE IL GUINZAGLIO DEL RETRIEVER cioè tu, deve essere riconosciuto dal cane come un leader anzi meglio dire il suo leader.

Spesso si sente dire con l’addestratore funziona sempre tutto, poi a casa invece non riesco. Perché? Perché prima ancora che il nostro retriever accetti il guinzaglio, deve accettare e riconoscere la tua leadership: quando fai gli esercizi di condotta devi comportarti da leader, che significa fargli percepire la tua sicurezza, la protezione che gli puoi dare, l’abilità di condurre il gioco… solo quando ti vedrà in questo modo inizierà a seguirti anziché tirare al guinzaglio decidendo lui dove vuole andare (7).

LA PASSEGGIATA CON IL RETRIEVER: QUALE GUINZAGLIO SCEGLIERE

Per i cuccioli che iniziano una condotta in città, ma anche in campagna o nei boschi è sempre consigliabile utilizzare guinzaglio e collare come indichiamo nel nostro articolo degli acquisti per il cucciolo.

In alternativa per i nostri amici Labrador e per tutti i Retrievers in genere, il guinzaglio migliore è appunto quello da Retrievers. Comodo perchè facilissimo da mettere e togliere (8).

E’ costituito da una corda con ad una estremità un’impugnatura  e  dall’altra un anello di metallo attraverso il quale si  va  a  formare  il  collare  vero  e proprio. Come per tutti gli strumenti occorre pratica oltre che i corretti concetti che servono per un corretto utilizzo.

Deve essere chiaro che la funzione di questo guinzaglio non è quella di  strangolare  il  cane,  bensì quella   di   fargli   sentire   il   contatto costante con  il  proprio conduttore e nel contempo dargli la massima libertà in fase di rilassamento, in questo proposto è presente il fermo di sicurezza che pone il collare in posizione di non strangolare il cane.

Questo tipo di attrezzatura è molto comoda perché più rapida da indossare e soprattutto da togliere. Risulta inoltre fondamentale quando giochiamo in campagna, o nei boschi, dove una volta sganciato il nostro cane, rimarrà senza nessun appiglio dove si possa incastrare tra rami o altro (quindi sicuro). Se vogliamo poter sganciarlo in sicurezza dovremo essere però tranquilli che il nostro cane risponda bene al richiamo.

Per concludere i consigli per la migliore passeggiata con il retriever

In città per la migliore passeggiata a sei zampe è inoltre fondamentale portarsi i sacchetti per raccogliere le deiezioni! (9)